Facebook

Dopo la calda estate …

sai già come aiutare le tue vacche a limitare gli effetti delle patologie podaliche?

UNA SQUADRA AL TUO SERVIZIO

Da oltre 30 anni combiniamo la nostra professionalità, la nostra esperienza e la collaborazione con tecnici Israeliani al fine di poter rappresentare un punto di riferimento 

per le aziende di vacche da latte italiane. 

Abbiamo scelto di specializzarci nella gestione di allevamenti di vacche da latte, questo ci ha consentito di poter essere consulenti con una visione a 360 gradi in grado di 

essere d’aiuto in ogni sfida.

La nostra squadra di tecnici italiani, israeliani e spagnoli coniugano la propria formazione con l’esperienza di campo lavorando ..

Lo scopo è quello di "vestire" le reali esigenze dei tuoi animali, calcolandole e creando una soluzione su misura ..

Per i nostri clienti è attivo il servizio nutriwlab che consente tramite wLims, un'innovativa interfaccia web….

VAI

DALLA RICERCA

EXTENSION SERVICE

PRODOTTI

ANALISI ALIMENTI

QUANTO VALE IL RIPOSO?

Quando il prezzo del latte crolla, gli allevatori mungono di più con l’idea di limitare le perdite. Quando il prezzo è alto l’allevatore tenta di massimizzare il profitto, mungendo di più. 

In entrambi i casi il sovraffollamento (overstocking all’inglese) il sovraffollamento diventa un costo. Questo è particolarmente vero nella fase di transizione quando l’ingestione di sostanza secca è cruciale per la salute

dell’animale.

Se diciamo che il benessere delle vacche è ridotto andando oltre il 20% di sovraffollamento dobbiamo trovare i compromessi possibili. Il tempo passato in posizione sdraiata si riduce con l’aumentare della densità di allevamento oltre 1 cuccetta per 1 animale (densità), effetti negativi impressionanti si raggiungono oltre il 150% di densità. Lo stare sdraiato è sinonimo di produzione maggiore. Numerosi studi dimostrano che per ogni 10% di densità in più si ha un calo tra i 500 ed i 700 g per capo al giorno.

OUR TRAINERS

TROVARE LE VACCHE CHIAVE

dal 2015 Nutriservice ha sviluppato uno strumento gestionale previsionale che raccogliendo mensilmente, in forma anonima i dati delle aziende clienti che hanno i requisiti necessari, consente di avere ben chiaro lo status quo dell’azienda e tutti i punti critici su cui focalizzare maggiormente l’attenzione. 

kCOW è un acronimo di key cow ossia di quelle informazioni relative alle vacche che sono la chiave del successo economico e di prestazioni ottimali dell’allevamento. 

Mediante il confronto con benchmark (le performance delle aziende più efficienti per un indice) consente di formulare una strategia personalizzata per migliorare le proprie scelte e decisioni.

STIAMO IN CONTATTO

© 2018 Nutriservice srl

 P. IVA 01799670987

Privacy  | Condizioni d’uso

Facebook

Questo sito web fa uso di cookies. Si prega di consultare la nostra informativa sulla privacy per i dettagli.

OK